Spedizioni gratis oltre i 25€
La metafora inaudita
  • Aesthetica Fuori-collana-grassi

La metafora inaudita

18,00 17,10

“La metafora, come modo in cui parla l’originario, rimane, malgrado l’ininterrotta ricerca, una parola non pronunciata e perciò non udita, ma proprio per questo incontenibilmente meravigliosa e inquietante.”

COD: 9788877262257
000

Ernesto Grassi è una delle figure più significative della cultura filosofica del Novecento. In questa sua ultima fatica è racchiuso l’esito di una ricerca che ha trovato nei più diversi ambiti culturali i suoi punti di riferimento e ha posto un modo singolarissimo di praticare l’attività filosofica. Dalla crisi di una filosofia edificata nell’astrazione e costretta nei limiti di un linguaggio logico-razionale, Grassi coglie stimolo per aprire la sua ricerca verso orizzonti tematici più vasti e rinviene nella metafora lo strumento privilegiato che permette all’uomo di cogliere la profondità dell’esistenza in tutte le sue nucleari articolazioni. Sono i grandi temi che governano la vita: la passione, l’illusione, l’amore, la morte, il problema del senso… Grandi temi che, grazie a una affascinante rilettura di autori come Freud e Leopardi, Proust e Novalis e Nerval, s’intrecciano in un vibrante appello con cui Grassi propone un modello personalissimo di sapere, ricercato anche nel “lamento” o nella “cenere”. Fino a sostanziare la conclusione che nella parola dell’uomo, proprio in quanto può restare “inaudita”, si gioca la tragicità e il senso di ogni destino.

Ernesto Grassi (1902-1991), allievo prima di Martinetti in Italia, poi di Blondel in Francia, e infine di Heidegger in Germania, è stato professore emerito dell’Università di Monaco e presidente del Centro Internazionale di Studi Umanistici di Roma.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788877262257

N° pagine

168

Anno di pubblicazione

2023

A cura di

Massimo Marassi