Spedizioni gratis oltre i 25€
La perfezione della Pittura
  • Aesthetica Fuori-collana

La perfezione della Pittura

14,00 13,30

“È una domanda piena di curiosità quella che vuol sapere perché la Pittura sia tanto decaduta dall’alta perfezione in cui essa si trovava: donde perciò derivi se di essa, oggi, nient’altro sembra rimanere se non l’ombra e per così dire il fantasma.”

COD: 9788877262240
000

La perfezione della Pittura, opera maggiore di Roland Fréart de Chambray, costituisce, da una parte, una tarda replica delle dottrine cinquecentesche italiane sull’ut pictura poesis e, dall’altra, apre al grande momento, anche teorico, del più maturo classicismo francese. De Chambray, infatti, formula una concezione della pittura che trova nelle “regole degli antichi” la sua più solida base e che ne farà un nemico dei pittori “moderni”, portandolo a divinizzare Raffaello e in parte Poussin contro Michelangelo e gli altri “manieristi”. Per converso, egli non rimane indifferente verso i problemi pittorici del suo tempo. Plaude ai nuovi strumenti dell’incisione e della stampa e, soprattutto, prospetta due opposte forme di modernità. La prima, da smascherare, è quella che rispecchia l’ingiusto affermarsi di una pittura fatta per gli occhi del corpo e non per quelli dell’intelletto; la seconda è quella per cui ogni pittore deve ritrovare, e modernamente riprodurre, l’antico ideale compositivo secondo l’esempio di Timante. Corredano il testo, curato con magistrale perizia da Franco Fanizza, esaustivi apparati esegetici, critici e bibliografici.

Roland Fréart de Chambray (1606-1676), fratello di Chantelou e come lui grande amatore d’arte e personaggio molto rappresentativo del rinnovamento culturale francese della prima metà del Seicento, traduttore di Palladio e di Leonardo, è considerato “il primo che ha scritto in Francia un’opera d’estetica propriamente detta”.

Informazioni aggiuntive

Codice ISBN

9788877262240

N° pagine

124

Anno di pubblicazione

2023

A cura di

Franco Fanizza